sabato 15 novembre 2008

LUDIC YEAR 2008 - XII - 8-9 Novembre: Uichend a Venesssia

Che dire? Xe sta na figada cio'!
In occasione del 60esimo compleanno del leggendario Ducaconte, il Doge per l'occasione, il gruppo ludico e' ospite in quel della Serenissima per un uichend d'alto borgo. Graziati dal tempo, bellissimo, dall'acqua, bassa, che mi si insegna dipende dal vento non dalla pioggia, i nostri prodi, giunti a VeneSia in veste di Re Magi carichi di doni dalle terre trivenete, raggiungevano gli appartamenti con vista sui canali del loro degno compagno di merende. Che con questo suo signorile soggiorno nella Serenissima Repubblica di Venezia si conferma sempre piu' come il massimo esponente del movimento ludico, ostentando ormai una ludicita' innarrivabile ai piu'. Ed ecco che il tradizionale rito dello Spriz si consumava in una delle uniche piazze di Venezia che non sembra una piazza di Venezia, per terminare nella vera Ostaria, quella dove non si serve Coca Cola o capuccini, ma solo vinazza genuina, birrogene e Acua del Sindaco.
Spettacolare il ristorante sfoderato dal Sir che accoglieva in scioltezza il gruppone composto dai Soliti Ignoti:
ilmarietto, iltappa, ilcarletto, le zoccole dure dello Zoccolo Duro
limperaturi e Donna Beatrice del Movimento Patavino
Simon&Ivana delle Terre Irredenti
Davide&Laura.. Quelli che il prosecco..
Puffino&Puffina dal Villaggio dei Puffi
Barbra Teacher from MountBeautyOne
La Piccola NoGlobal, La Paladina del Palladio, al secolo Valeria NoDalMolin
Degna di nota la mancanza del nostro caratterista Marcellus Wallace per impegni autoferrotranvieri.
Con la partecipazione straordinaria del fratellodelducaconte, Sir David, e consorte, ecco i Duchi di Zari, The Zari Bros riuniti a spegnere candeline. I Bookmakers davano per certo il collasso del Conte dopo la 12esima candelina, ma l'eccezionale performance dopo la cena a piu' portate li smentiva clamorosamente.
Apprezzata Guest Star, l'amico Bruno gioviale personaggio patavino.
La Domenica trascorreva rilassata e turistica per i ponti della Serenissima e si concludeva per l'equipaggio del Van Hallen in ludico ristorante feltrino sulla via del ritorno.
Al solito magnifica compagnia, un grazie dell'ospitalita' al nostro Edoardo ed un arrivederci alla prossima avventura.

ilmarietto

2 commenti:

Marcello ha detto...

Oh, l'era ora! tute le volte me tocava a nar a smorzarte la radio!

Musica apparte, il tuo post mi ha intrattenuto eccellentemente portando l'immaginazione alle situazioni macheroniche e goliardiche degne di una capacità descrittiva fantozziana in chiave ottimistica. Ah, ottimi aggettivi.

Eduardo ha detto...

Grazie dei bellissimi regali, ai quali si e' aggiunto ieri un Tocai Novello. Visto che dura poco, quando tornate a trovarmi?